Rilegare in modo alternativo un opuscolo? È facile e veloce

Istruzioni dettagliate per chi vuole rilegare un opuscolo, un quaderno o un taccuino senza dover cucire nulla. Una valida alternativa anche per gli amanti dello scrapbooking
Carta decorata a mano

Come rilegare un piccolo libro
a cerniera invertita

Apro questo articolo con una scacchiera di carte decorate a mano (qui ci sono altri esempi realizzati con la stessa tecnica) che ho utilizzato per creare le singole pagine del mio libro-oggetto rilegato a “Cerniera invertita in stile australiano“.
Eh si, il nome è davvero inconsueto e potrebbe quasi spaventare dando l’idea di qualcosa di estramamente complicato; invece è semplicissimo, rapido nell’esecuzione e soprattutto funzionale!
Per spiegare in modo chiaro i vari passaggi, ho preparato dei disegni con le istruzioni dettagliate per realizzare un taccuino da 24 facciate da cm 14×14.

Materiale occorrente per tre segnature da due pagine
per un totale di 24 facciate:
1 cartoncino da 120 gr*, cm 23×8 (per la fisarmonica) -A-
6 cartoncini da 200/250 gr*, cm 28×14 (per le pagine) -B-
1 cartoncino da 200/250 gr* (da dividere in tre parti uguali), cm 7,5×13,7 -C-

*La grammatura indicata non è vincolante, negli ultimi mesi ne ho realizzati diversi, utilizzando anche lo stesso tipo di carta per i tre elementi.

-A-
Istruzioni per piegare la fisarmonica (cm 23×8)
in 8 parti uguali

La fisarmonica è il perno di questo tipo di rilegatura. Ed è uno dei passaggi fondamentali per la buona riuscita del lavoro. Per questa ragione le pieghe dovranno essere molto precise.
Tra le varie prove, il metodo che vi illustrerò tra poco, è risultato migliore rispetto ad una piegatura realizzata con riga e matita.

-B-
Istruzioni per realizzare le segnature

Il rifilo delle segnature potrebbe essere eseguito anche a lavoro completato.

È possibile rilegare più di tre segnature, ricalcolando la dimensione della fisarmonica e il numero di pieghe che occorrono. Anche la larghezza della piega della fisarmonica può diventare un elemento su cui sbizzarrirsi facendola diventare un’ulteriore “pagina interna”.

Le alette esterne possono variare sia nelle dimensioni che nella forma e così anche le pieghe della fisarmonica come mostrato nella foto successiva.

-C-
Istruzioni per “bloccare” le segnature

Ed eccoci alla cerniera. Questo è l’ultimo passaggio ed è semplicissimo.

Una volta inseriti i cartoncini all’interno della piega della fisarmonica, il taccuino è perfettamente rilegato, manca solo l’ultimo dettaglio: le alette esterne.
Queste potranno essere semplicemente incollate rispettivamente sul dorso e sul retro della copertina ma ci sono anche delle varianti altrettanto interessanti.
Nel caso non si voglia utilizzare nessun tipo di collante si possono, ad esempio, prevedere anticipatamente delle alette esterne molto più ampie che “attraversano” la copertina mediante un taglio. La scelta del posizionamento del taglio assume in questo caso, una valenza estetica.

Questo tipo di rilegatura è funzionale anche con sagome diverse e irregolari: questo è il mio libro-oggetto a forma di farfalla da 36 facciate e 3 segnature.

Come potete notare le pagine interne hanno dimensioni e sagome differenti.

Ed eccolo completo di testi calligrafati (rigorosamente con la mia amata scrittura Cancelleresca). La carta utilizzata in questo caso è da 130 gr e 85 gr, precedentemente decorata con la tecnica della carta-colla (qui potrai leggere la mia ricetta); cm 17×20. L’effetto finale è stato davvero entusiasmante.

È arrivato il momento,
un altro velo squarciato

e respiro,
nuova aria
nuove parole
respiro il silenzio
[…]


Immagini collegate:

2 thoughts on “Rilegare in modo alternativo un opuscolo? È facile e veloce

  1. Da tempo volevo leggerlo. E’ molto interessante ed è ben spiegato con le illustrazioni. Ci voglio provare. Grazie, Anna.
    Un caro saluto
    Rosella

Ciao, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi, per favore lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: