Mi presento…

Deianira • Anna Ornella Dell'Acqua

Mi chiamo Anna ma ho anche un altro nome e come se non bastasse ne ho adottato un terzo. Tre nomi per tre aspetti di un tutt’uno?

Provo a definirli:

Anna è… morbida, conciliante, tenera, disponibile, affidabile, gentile, garbata, altruista, generosa, ipersensibile e con un forte senso spirituale.

Ornella è… guerrigliera, ostinata, aggressiva, passionale, battagliera, tenace; sempre pronta a difendere i più deboli; mal sopporta chi calpesta gli altri, i prepotenti, i manipolatori, gli oppressivi, i despoti e chi lede la libertà altrui.
Idealista fino al midollo.

Deianira è… l’artista, la sognatrice, la parte oscura portata alla luce, l’indefinito gioco tra luce e ombra, costantemente in bilico tra sogno e realtà.

La prima vivrebbe nel verde… col suo orto, nel bel mezzo del nulla.
La seconda in prima linea… in città.
La terza al mare per nove mesi l’anno mentre i mesi estivi li passerebbe in giro per il mondo poco conosciuto, a spasso tra le sue bellezze.

Sono alla ricerca della mia strada. Cerco di imparare, di crescere… e di vedere, sentire e toccare il mondo,
di sentirne il gusto, fiutandone i profumi.

Scavo nella mia anima giorno dopo giorno, per scacciare l’eterna inconsistenza di certezze da scardinare
per far posto a punti in-fermi che mi consentiranno di volare… al di là delle circostanze e dell’oggi.

Equilibrista sempre in bilico, cerco la centratura tra i mille aspetti della mia personalità.

Sono io, sono le mie contraddizioni, le mie lotte,
sono rabbia e amore,
e con la follia che mi accompagna tenendomi a braccetto, voglio scoperchiare il mio inconscio,
farlo urlare e piangere. Annientarlo.
E poi farmelo amico. Per fare spazio al sogno, alla bellezza, all’amore.

e l’eterna danza della vita continua…

Nota biografica

Nata in Svizzera, Anna Ornella Dell’Acqua, in arte Deianira, vive e lavora a Roma.
Ha vissuto per molti anni ad Ancona presso il cui Centro Sperimentale Design è diventata Progettista della comunicazione visiva. Opera nel settore della grafica pubblicitaria dal 1990, anno in cui è stata tra i vincitori del Concorso Nazionale Paper Ideas, indetto dalle cartiere Fedrigoni con, in giuria, Bruno Munari e Bob Norda.

Altre sue opere ad olio e tempera sono state selezionate nel Concorso La Telaccia d’Oro di Torino (1992 e 1993) ma comincia ad emergere la sua predilezione per le opere a china con le quali nel 1993 vince il Premio Cosmé Tura di Ferrara per la grafica.
Nel 1996 è tra i vincitori del Concorso Nazionale di Pittura, Scultura e Grafica Città di Casalpusterlengo (Lodi); vince il Premio Città d’Arte Grazzano Visconti (Piacenza) sempre per la grafica; il Premio Oscar per le Arti Visive (Salsomaggiore Terme) per il contributo all’arte contemporanea, il 2° Premio al Concorso di Pittura indetto dal mensile Disegno & Pittura; nel 1997 il Gran Premio La vela d’oro (Cesenatico); nel 1998 il Trofeo dei Dogi, Città di Camogli; nel 1999 Premio Assoluto della Critica al Premio Città d’Arte Biscione Visconteo.
Presente in numerose esposizioni in Italia e all’estero, dal 2000 comincia a dedicarsi con assiduità alla calcografia e alla calligrafia.
Sue opere fanno parte di collezioni private in Italia e all’estero.

Foto di Rosella Centanni

error: Content is protected !!